Bettini

Bibliografia dell’anarchismo : periodici e numeri unici anarchici in lingua italiana, 1872-1971

Home > Periodici per anno > Amico del popolo

Bettini-0068

L’Amico del popolo

voce dei lavoratori; poi: monitore dei gruppi comunisti anarchici

  • Sottotitolo:
    • Voce dei lavoratori.
    • Dal 16-17 mar. 1889 (a. II, n. 4): Monitore dei Gruppi Comunisti Anarchici.
  • Motto: Sul solo n. 4 dell’a. II (16-17 mar. 1889), compaiono i motti: “L’anarchia è l’avvenire dell’umanità”. Blanqui; e: “La natura ha stabilito la Comunanza; l’usurpazione la proprietà privata”. S. Ambrogio.
  • Luogo di pubblicazione: Brescia.
  • Tipografia:
    • Brescia, Tip. Savoldi.
    • Dal 28 ott. 1888 (a. I, n. 2): Tip. Commerciale.
  • Durata: 22 ott. 1888 (a. I, n. 1) — 20 lug. 1889 (a. II, n. 6).
  • Periodicità:
    • Settimanale.
    • Dal 12-13 genn. 1889 (a. II, n. 2): varia.
  • Gerente:
    • Giovanni Franzoni, redattore responsabile.
    • Dal 5-6 genn. 1889 (a. II, 1): Francesco Pialorsi, redattore responsabile.
    • Dal 16-17 mar. 1889 (a. II, n. 4): Giovanni Franzoni, gerente responsabile.
  • Formato: cm. 31 × 42.5.
  • Pagine: 4.
  • Colonne: 3.

L’Amico del popolo,… promosso da figli del lavoro, s’inspira ai criteri fondamentali della scienza economica moderna e sostiene il principio dell’organizzazione e della difesa del lavoro dal capitale monopolizzato. La disoccupazione, le leghe di resistenza, le associazioni di mutuo soccorso, le cooperative di credito, produzione e consumo, le tariffe, i salari, gli scioperi, il lavoro carcerario, la riduzione dei fitti, le case operaie, l’intervento dei lavoratori nelle amministrazioni comunali, nei parlamenti eco., ecco quanto tratterà in prima linea il nostro giornale. Propugnerà inoltre: l’emancipazione completa della donna, senza la quale non è possibile nè vera educazione, nè vera eguaglianza, poi il miglioramento economico-intellettuale dei fratelli contadini, l’abolizione degli eserciti permanenti, l’igiene del lavoro ecc. ecc. Si occuperà infine di tutte quelle quistioni che dal lato umanitario o degli interessi materiali possono arrecare un vantaggio alla classe lavoratrice… Lontani dalle idee impraticabili delle chiesuole di partito, egualmente che da mezzi sconsigliati, noi procediamo per la via pratica, larga, che ne addita il buon senso, lo studio, l’esperienza nostra ed i consigli dei nostri compagni di lavoro” (Chi siamo e cosa vogliamo, a. I, n. 3, del 4 nov. 1888).


Anziani luoghi di consultazione (1971) / bibliografia:

FN: GF. B.x45. 1. (Alla raccolta mancano i n.: 9 dell’a. I; 5 e 6 dell’a. II).
MN: Giorn. 0. 79. 6. (Alla raccolta mancano i n.: 9 dell’a. I; 2 e 5 dell’a. II).


Complementi

 Collegamenti agli archivi
Servizio bibliotecario nazionale:  http://id.sbn.it/bid/CFI0343420

Anche: questo titolo sulla RebAl (Rete della Biblioteche Anarchiche e Libertarie)

Altri 
  • Anarlivres : site bibliographique des ouvrages anarchistes ou sur l'anarchisme en français
  • Cgécaf : Catalogue général des éditions et collections anarchistes francophones